200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347
200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347

COME ALLENARSI IN BICI: IL METODO CORRETTO IN UN EBOOK

0

Con l’arrivo della primavera, gli appassionati di sci fondo sono costretti ad abbandonare gli amati sci stretti in favore di metodi di allenamento alternativi. Uno dei più gettonati è senza dubbio quello sulle due ruote, che permette di lavorare sulla muscolatura della parte inferiore del corpo. Come nella maggior parte dei casi però, anche l’allenamento in bici richiede un metodo preciso.

Quante volte ci siamo chiesti, dopo aver macinato chilometri e chilometri in bicicletta, se stiamo facendo bene, se il metodo che abbiamo impostato per i nostri allenamenti è corretto e ci consente di migliorare le prestazioni.

Come in tanti sport, anche nel ciclismo esistono un’infinità di variabili, e quindi di parametri in gioco, ciascuno dei quali determina inesorabilmente una sostanziale differenza tra atleta e atleta. E la differenza non appartiene solo alle qualità di base di un ciclista rispetto a un altro. Ma a tante altre condizioni che si vengono a creare e che determinano il rapporto tra il cicloamatore e la propria bici. Se dunque è fondamentale impostare un corretto metodo di allenamento, è altrettanto importante conoscersi a fondo per capire dove e come possiamo migliorare le nostre prestazioni, quali sono i nostri limiti, quanto tempo possiamo dedicare alla bici in funzione dello nostro stile di vita e, soprattutto, quando è bene recuperare da sforzi intensi e lavori estenuanti per non incappare nella sindrome da sovrallenamento.

Disporre quindi di una serie di tabelle di allenamento non è sufficiente per pensare di migliorarsi. È importante invece seguire un metodo che preveda i seguenti punti:

  • Prima di cominciare eseguire una visita medico sportiva, per capire fino a dove possiamo spingerci
  • Determinare i nostri valori di base attraverso una serie di test di valutazione funzionale: soglia anaerobica, massimo consumo di ossigeno, potenza di soglia, frequenza cardiaca massima, ecc.
  • Preparare un piano di allenamento per la stagione ciclistica suddiviso nelle 4 fasi fondamentali e calibrate rispetto ai nostri obiettivi
  • Sapere quali sono le 7 zone di allenamento e che cosa allenano per impostare correttamente ciascun allenamento
  • Come allenare la resistenza aerobica, la forza resistenza, la potenza di soglia e la forza esplosiva
  • Conoscere i rischi e i campanelli d’allarme del sovrallenamento

L’eBook Come Allenarsi in Bici propone un metodo che prevede tutti i punti appena elencati e guida il lettore in un percorso che parte dai test funzionali e arriva alla definizione delle 4 fasi di transizione, costruzione, intensità e mantenimento da inserire nel piano di allenamento annuale, che preveda allenamenti e intensità proporzionati al proprio stile di vita, all’età e agli obiettivi agonistici prefissati. L’eBook non propone tabelle di allenamento da seguire pedissequamente, ma esempi di allenamento da calibrare in funzione delle caratteristiche dell’atleta. Ogni cicloamatore potrà così calibrare su di sé i consigli e gli esempi illustrati e seguire un metodo che anno dopo anno lo porterà a migliorare le prestazioni e a conoscersi sempre più a fondo.

Share.

About Author

Leave A Reply