200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347
200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347

ALTRA GIORNATA STORTA A DRESDA PER GLI AZZURRI DELLO SCI DI FONDO

0

Photo Credit: Gabriele Facciotti / Pentaphoto

Dopo la squalifica arrivata ieri, c’è un’altra giornata senza gloria per l’Italia nel tracciato cittadino di Dresda. Federico Pellegrino cade all’ingresso del rettilineo conclusivo nella finale della team sprint e per gli azzurri sfuma la possibilità di un podio, obiettivo della vigilia. Mentre in campo femminile, le nostre ragazze si erano fermate in semifinale nella prima team sprint di Coppa del mondo della stagione.  

Anche restando in piedi, in ogni caso, sarebbe stata dura per Chicco entrare tra i primi tre  dopo che Dietmar Noeckler gli aveva lasciato il testimone all’ultimo giro in ottima posizione, praticamente davanti a tutti, poi Pellegrino, reduce dalla squalifica del giorno precedente nella gara individuale, è stato risucchiato nella pancia del gruppo ed è rimasto chiuso. Nel tentativo di trovare spazio e di accelerare per provare una rimonta clamorosa, ha perso l’equilibrio. Poi si è rialzato classificandosi al decimo posto. Il successo è andato così a Norvegia I, con Erik Valnes e Sinder Skar, con quest’ultimo che ha bissato il trionfo del giorno precedente battendo il connazionale Erik Brandsdal nella volata finale. Sul podio è salito anche la Russia con Artem Maltsev e Retivykh. Si era fermata in semifinale, invece l’altra squadra italiana composta da Enrico Nizzi e Stefan Zelger che avevano chiueso ottavi la propria batteria.

Greta Laurent e Lucia Scardoni erano impegnate nella seconda batteria a Dresda e hanno chiuso al settimo posto con un ritardo di 38″07 da Svezia I, che ha passato il turno insieme a Stati Uniti I e Slovenia. Fino ai 6,4 km le azzurre erano rimaste in gruppo, pur passando sempre in coda agli intermedi, negli ultimi due giri le atlete migliori del circuito hanno accelerato facendo la differenza. La gara è stata poi vinta dalle svedesi Stina Nilsson e Maja Dahlqvist davanti alle loro connazionali Ida Ingemarsdotter e Jonna Sundling. Terze le norvegesi Mari Eide e Maiken Caspersen Falla.

Ordine d’arrivo team sprint maschile Dresda (Ger)
1. NORVEGIA I (VALNES Erik/SKAR Sindre) 22:38.72
2. NORVEGIA II (GOLBERG Paal/BRANDSDAL Eirik) +0.75
3. RUSSIA I (MALTSEV Arem/RETIVYKH Gleb) +0.80
4. SVIZZERA I +1.01
5. RUSSIA II +1.04
6. GRAN BRETAGNA +3.17
7. FRANCIA I +4.73
8. SVEZIA I +4.90
9. AUSTRIA I +13.73
10. ITALIA I (NOECKLER Dietmar/PELLEGRINO Federico) +28.92

Share.

About Author

Leave A Reply