200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347
200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347

DOPPIO PODIO ITALIA NELLE PROVE PURSUIT: LISA VITTOZZI E LUKA HOFER FANNO VOLARE IL BIATHLON AZZURRO

0

Semplicemente immensa. Lisa Vittozzi scrive la storia del biathlon italiano e dopo aver trionfato per la prima volta nella sua carriera a Oberhof, ottiene il secondo successo consecutivo aggiudicandosi anche l’inseguimento con un’altra prova sontuosa e diventa la prima atleta azzurra (maschi compresi) a vincere in questo format. Lukas Hofer alla seconda gara del 2019 trova uan prestazione al limite della perfezione. Nell’inseguimento di Oberhof l’azzurro centra il primo podio della stagione con uno spettacolare 100% al tiro.

Lisa partiva con il pettorale numero 1 e per la prima volta non aveva atlete da “inseguire”: ha fatto gara a sé dall’inizio alla fine, temendo un po’ soltanto nel finale, quando Dorothea Wierer è arrivata al poligono mentre lei stava finendo di sparare e Anastasia Kuzmina è passata con 20 secondi di ritardo. Ma non li ha recuperati. Perché la Vittozzi non poteva perdere un’occasione così e infatti non l’ha persa. La sua gara è cominciata con un magnifico zero al primo poligono, mentre praticamente tutte le sue avversarie sbagliavano, al punto che l’atleta di Sappada passava con 42″1 sulla svedese Oeberg, mantenendo lo stesso vantaggio anche dopo la seconda serie nonostante un errore. Anche per Dorothea è stata una grande prova e ha chiuso al quinto posto, con il terzo range time e la decima prestazione di giornata sugli sci. Dopo un inizio di stagione sensazionale che l’ha portata in vetta alla classifica generale, una tappa fuori dal podio non è certo un dramma. Lisa Vittozzi ha chiuso con 14″5 su Kuzmina e 27″9 sulla francese Anais Chevalier. Buon piazzamento anche per Nicole Gontier (20esima), Federica Sanfilippo ha chiuso 40esima per colpa di sei errori al poligono e  di una caduta. Domenica 13 gennaio spazio alla staffetta femminile dove tutti temono le nostre ragazze.

A chiudere la giornata trionfale per il biathlon italiano ci pensa Lukas Hofer. L’altoatesino è partito subito forte e in tutte le serie con la carabina, sia a terra che in piedi, ha adottato la stessa strategia: nessuna fretta, massima precisione. Sotto la neve fitta, con visibilità non ai massimi livelli, ha scelto di aspettare, soprattutto prima di scagliare il primo colpo. E ha avuto ragione. Così Hofer ha guadagnato posizioni chilometro dopo chilometro: decimo al via, poi ottavo, quinto, quarto e secondo al termine di ciascun poligono.

Decisiva è stata l’ultima serie, con un bellissimo duello di massima precisione tra lui e Pfeiffer, mentre davanti a loro Martin Fourcade, arrivato al comando insieme a Johannes Boe, sbagliava due volte. Hofer ha poi perso la volata con il tedesco, ma a quel punto arrivare secondo o terzo non era poi così diverso. L’altro azzurro in gara, Dominik Windisch, ha chiuso con sei errori, di cui tre nell’ultima serie, così è scivolata dal 23° posto del secondo poligono al 46°.

Ordine d’arrivo inseguimento femminile Cdm Oberhof (Ger)
1. VITTOZZI Lisa ITA 2 32:32.9
2. KUZMINA Anastasia SVK 4 +14.5
3. CHEVALIER Anais FRA 5 +27.9
4. BESCOND Anais FRA 4 +36.2
5. WIERER Dorothea ITA 3 +37.4
6. PREUSS Franziska GER 2 +54.7
7. DUNKLEE Susan USA 5 +1:01.2
8. OEBERG Hanna SWE 5 +1:03.2
9. HERRMANN Denis GER 4 +1:03.2
10. KRYUKO Irina UKR 4 +1:17.4

20. GONTIER Nicola ITA 5 +2:13.5
40. SANFILIPPO Federica ITA 6 +3:39.6

Ordine d’arrivo inseguimento maschile Cdm Oberhof (Ger)

1 BOE Johannes NOR 3 34:29.8
2 PEIFFER Arnd GER 1 +15.1
3 HOFER Lukas ITA Italy 0 +15.8
4 FOURCADE Martin FRA France 3 +32.6
5 LOGINOV Alexander RUS Russia 4 +42.4
6 DESTHIEUX Simon FRA France 1 +51.8
7 DOLL Benedikt GER 4 +1:30.7
8 EBERHARD Julian AUT 5 +1:41.8
9 EDER Simon AUT Austria 1 +2:00.5
10 GARANICHEV Evgeniy RUS 1 +2:01.5

46 WINDISCH Dominik 6 +4:57.7

Share.

About Author

Leave A Reply