200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347
200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347

IL SEGRETO AMERICANO

0

Il segreto americano

13669220_1121466844591225_6428487310568213923_nSei podi individuali e due in staffetta. Più una lunga serie di piazzamenti nella top ten. Questo il bottino, soltanto dell’ultima stagione di Coppa del Mondo, di un gruppetto di ragazze sorridenti e determinate. La squadra ameri- cana femminile di sci di fondo ha conosciuto negli ultimi anni una crescita sportiva importante e costante. A dare il via a questo trend positivo la leader Kikkan Randall, la quale, in attesa del primo figlio, ha nell’ultima stagione lasciato il posto alle più giovani compagne.

Quello che sorprende di questa squadra è… la loro normalità. Niente fisici esagerati, niente budget esorbitanti, ragazze semplici e genuine. Quale il loro segreto, allora?
Quando la scorsa estate ho partecipato ad un camp di allenamento con la nazionale americana, ho cercato di carpire quale fosse la ricetta del loro successo. Non ho dovuto sforzarmi più di tanto: mi hanno accolta con una ospitalità e un’ apertura disarmanti. Questo mi ha permesso di osservarle molto da vicino.

Fin da subito, sono diventata parte della squadra: high five dopo un bell’allenamento, battute, risate, condivisione di spazi e abitudini. L’unico momento in cui mi trattavano da “diversa” e, in particolare, da italiana, era quando c’era da mettersi ai fornelli!
Inizialmente questa totale apertura mi è sembrata strana, ma, con il passare dei giorni, mi sono resa conto del motivo di questo comportamento: il team è fondamentale. Abituati come sono a passare molto tempo lontano da casa, per i ragazzi americani la squadra è praticamente una famiglia. Ognuno di loro contribuisce a farne fun- zionare gli ingranaggi e ognuno vi partecipa secondo la propria personalità. Atleti, allenatori, fisioterapisti, tecnici dei materiali, tutti sono impegnati in un progetto comune, tutti mettono in campo le loro abilità con un obiettivo comune.

Non serve che lo dica: mi sono molto divertita in questo camp. Ma la cosa che mi ha sorpreso è quanto si siano divertiti loro. Sciare cinque ore in ghiacciaio non è esattamente uno spasso… per me era tutto nuovo, mentre per gli americani una routine. Eppure trovavano sempre qualcosa per cui entusiasmarsi, per cui ridere, o per cui meravigliarsi.

Durante un meeting serale, Jessie Diggins ha rivelato: «Mi accorgo che gareggio al meglio quando sono felice». Che sia questo il segreto americano?

 

Virginia De Martin Torpanin

Share.

About Author

Leave A Reply