200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347
200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347

INSEGUIMENTO BIATHLON MASCHILE: IL RITORNO DEL RE E SEGNALI DI ITALIA

0

“Il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto?”
Verrebbe da chiedersi questo dopo la gara di biathlon di inseguimento maschile. Alla rassegna olimpica contano i primi tre posti, inutile girarci intorno, eppure…
Eppure l’Italia c’è. C’è lo spirito e (forse) anche la gamba.

Dominik Windisch Photo: Pentaphoto/Marco Trovati.

Dominik Windisch Photo: Pentaphoto/Marco Trovati.

Partiamo dall’atteggiamento, quello di Dominik Windisch che, fresco fresco (è proprio il caso di dirlo) di medaglia di bronzo nello sprint di ieri (domenica 11 febbraio) ha chiuso al 16° posto (+2’:06”.2), frutto di 5 errori al poligono, di cui 3 solo nell’ultima serie. Dominik non ha voluto lasciare nulla di intentato: si è giocato anche oggi il podio e gli errori sono stati frutto della voglia di regalarsi, e regalarci, ancora una volta emozioni olimpiche.
Lukas Hofer, invece, ha chiuso col decimo tempo totale (+1’:32”.7), mostrando segnali di crescita che ci fanno ben sperare in vista della giornata di giovedì 15 febbraio quando a PeyongChang è in programma la staffetta a squadre. Gli altri azzurri in gara, Giuseppe Montello e Thomas Bortolini hanno chiuso rispettivamente con il 39° e con il 48° tempo assoluto.

Lukas Hofer Photo: Pentaphoto/Marco Trovati.

Lukas Hofer
Photo: Pentaphoto/Marco Trovati.

La gara di oggi, tuttavia, doveva essere la gara del riscatto per il supercampione del biathlon, quel Martin Fourcade ieri colpevolmente assente nella sprint. Il francese oggi non ha lasciato scampo a nessuno e già da metà gara gli avversari hanno corso per il secondo posto. Fourcade ha recuperato gli oltre 22 secondi accumulati nella gara sprint e ha tagliato il traguardo per primo rifilando 12 secondi alla sorpresa di giornata, lo svedese Sebastian Samuelsson, che ha battuto in volata il tedesco Benedikt Doll giunto con 15 secondi di margine. Per Fourcade è il terzo oro olimpico, risultato che gli permette di raggiungere Jean Claude Killy nella storia della Francia.
Male il neo campione olimpico nello sprint Arnd Peiffer, solo ottavo al traguardo (+1’:14”.1) e la Norvegia che dal biathlon maschile, per il momento, si deve accontentare del quarto posto odierno di Tarjie Boe.

Martin Fourcade  Photo: Pentaphoto/Marco Trovati.

Martin Fourcade
Photo: Pentaphoto/Marco Trovati.

Ordine di arrivo individuale maschile PyeongChang (Kor):

1 FRA Martin FOURCADE – 32:51.7
2 SWE Sebastian SAMUELSSON – 33:03.7 +12.0
3 GER Benedikt DOLL – 33:06.8 +15.1
4 NOR Tarjei BOE – 33:54.3 +1:02.6
5 GER Simon SCHEMPP – 33:54.4 +1:02.7
6 SUI Benjamin WEGER – 33:54.8 +1:03.1
7 FRA Simon DESTHIEUX – 33:55.4 +1:03.7
8 GER Arnd PEIFFER – 34:05.8 +1:14.1
9 NOR Erlend BJOENTEGAARD – 34:18.0 +1:26.3
10 ITA Lukas HOFER – 34:24.4 +1:32.7

16 ITA Dominik WINDISCH – 34:57.9 +2:06.2
39 ITA Giuseppe MONTELLO – 37:21.7 +4:30.0
48 ITA Thomas BORMOLINI – 38:10.7 +5:19.0

Share.

About Author

Leave A Reply