200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347
200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347

LE PROVE INDIVIDUALI SI DIVIDONO TRA IL SOLITO FOURCADE E LE BUONE PRESTAZIONI DI VITTOZZI E WIERER

0

Il sogno di un podio nella prima individuale della stagione è sfumato piano piano, ma le azzurre si confermano nell’élite del biathlon mondiale con una bellissima gara che produce comunque un doppio piazzamento nella top ten e un piccolo record per Lisa Vittozzi. Tra gli uomini vince il solito Martin Fourcade mentre il miglior italiano è Lukas Hofer 27esimo.

Il sesto posto di Lisa Vittozzi a Pokljuka è il suo miglior risultato in carriera in Coppa del mondo in questo format, che al massimo l’aveva vista centrare la diciottesima posizione. Subito dietro di lei finisce Dorothea Wierer, che ha sciato alla grande, ma ha pagato a caro prezzo i due errori al tiro nella posizione in piedi. In una gara ricca di sorprese, a vincere è stata Yulia Dzhyma, al suo primo successo in carriera, che grazie al percorso netto al tiro, è riuscita ad arrivare davanti alla polacca Hojnisz e alla ceca Davidova. Per le due atlete di punta della Nazionale italiana resta la soddisfazione di aver lottato per il podio, con un ritardo di circa 30 secondi dalla prima. Qualche punto anche per Alexia Runggaldier, che ha chiuso al 35° posto con un solo errore, più lontane Federica Sanfilippo e Nicole Gontier. La prossima gara è prevista sabato 8 dicembre alle ore 14.15 con una sprint.

Al maschile, la prima gara individuale di Coppa del mondo di biathlon si chiude con la vittoria del favorito numero uno, Martin Fourcade. Nella 20 km di Pokljuka, il campione francese conquista il 73esimo successo in carriera nella competizione con la solita condotta di gara impeccabile nella quale, anche grazie allo zero al tiro, si è sbarazzato via via della concorrenza partendo dal decimo posto del primo poligono al trionfo con poco più di 4 secondi di vantaggio sul tedesco Johannes Kühn, al primo podio in carriera, e 19 sull’austriaco Simon Eder.
Il migliore italiano al traguardo è Lukas Hofer, 27esimo, l’altoatesino è stato per un breve tratto anche al comando e si è presentato al secondo poligono dietro soltanto al norvegese Johannes Bo, poi con due errori ha compromesso la sua gara e gli altri due errori arrivati nei poligoni successivi lo hanno fatto scivolare lontano anche dalla top ten. Il secondo posto come prestazione sugli sci è comunque il segnale di un atleta in grande condizione, come si era visto anche nella staffetta mista. Dominik Windisch non è ancora al top e ha chiuso al 45° posto con tre errori, più lontani gli altri azzurri Giuseppe Montello, Thomas Bormolini, Thierry Chenal e Saverio Zini.

Ordine d’arrivo individuale 15 km femminile Cdm Pokljuka (Slo)
1. DZHYMA Yulia UKR 43:06.06 (0)
2. HOJNISZ Monika POL +5.9 (1)
3. DAVIDOVA Marketa CZE +16.5 (1)
4. FIALKOVA Paulina SVK +19.5 (2)
5. BENDIKA Baiba LAT +20.8 (0)
6. VITTOZZI Lisa ITA +27.1 (1)
7. WIERER Dorothea ITA +33.4 (2)
8. OEBERG Hanna SWE +49.1 (2)
9. HAUSER Lisa AUT +55.3 (1)
10. PREUSS Franziska GER +59.1 (1)

35. RUNGGALDIER Alexia ITA +2:38.6 (1)
48. SANFILIPPO Federica ITA +3:35.0 (4)
89. GONTIER Nicole ITA +7:26.4 (7)

 

Ordine d’arrivo 20 km individuale maschile Cdm Pokljuka (Slo)
1. FOURCADE Martin FRA 47:09.02 (0)
2. KÜHN Johannes GER +4.2 (0)
3. EDER Simon AUT +19.7 (0)
4. FAK Jakov +34.4 (1)
5. SCHEMPP Simon GER +38.6 (1)
6. SEMENOV Serhiy UKR +45.0 (0)
7. BOE Johannes NOR +1:11.9 (3)
8. GUIGONNAT Antonin FRA +1:13.5 (1)
9. SAMUELSSON Sebastian SWE +1:18.5 (2)
10. BIRKELAND Lars Halge NOR +1:22.0 (1)

27. HOFER Lukas ITA +2:49.9 /4)
45. WINDISCH Dominik ITA +3:37.1 (3)
68. MONTELLO Giuseppe ITA +4:55.3 (4)
73. BORMOLINI Thomas ITA +5:25.1 (4)
87. CHENAL Thierry ITA +6:48.0 (4)
106. ZINI Saverio ITA +10:03.6 (6)

 

Ph credit: FISI

Share.

About Author

Leave A Reply