200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347
200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347

“LA SGAMBEDA” E’ SCANDINAVA CON NYGAARD E NORGREN

0

Tra le 25 nazioni presenti alla seconda tappa del circuito di granfondo long distance Visma Ski Classics spunta la Norvegia (…che novità) con Andreas Nygaard di un soffio sui connazionali Thygesen e Hoelgaard, e tra le donne la svedese Britta Johansson Norgren davanti a Smutna e Gjeitnes

Il nome Andreas deriva dal greco e significa uomo forte, coraggioso ed indomito, un nome il cui anagramma risulta consono alla combattività del proprio carattere: Andrea = ‘d’arena’… E oggi a Livigno (SO), in occasione della ventottesima “La Sgambeda” tappa del challenge Visma Ski Classics, il norvegese Andreas Nygaard è sceso in campo per dimostrare la veridicità di queste affermazioni. Basterebbero i tempi di gara a raccontare una competizione decisasi negli ultimi metri: 1:20:41.2 per Nygaard, bravo a sopraffare all’arrivo i connazionali Torgeir Skare Thygesen (1:20:41.3) e Stian Hoelgaard (1:20:41.9), atleti rampanti capaci di mettersi alle spalle anche i più esperti e quotati.

Soddisfatto il gigante vichingo: “Sono felicissimo, vincere una gara con atleti di questo livello regala sensazioni impagabili. La mia strategia era quella di stare con il gruppo di testa più che potevo, e poi vedere cosa avrei potuto fare negli ultimi 200 metri sprint, qualsiasi distanza mi è affine. Percorso eccezionale, condizioni del meteo perfette e location esemplare”.

Solo 11° il “norge” con gli occhiali da aviatore Tord Asle Gjerdalen (1:20:44.6), in difficoltà dopo essere rimasto a lungo nel gruppone di testa, così come il compagno di team Anders Aukland, giunto 14° in 1:20:45.3. Per la Norvegia si tratta comunque di una gran giornata, con quattro “norge” nelle prime quattro posizioni grazie anche a Morten Eide Pedersen.

29° Mauro Brigadoi, miglior italiano: “Ho faticato parecchio, risentendo dei due giorni di stop a causa influenza e forse un po’ il freddo. Il tracciato era perfetto e la neve anche, ora abbiamo un mese per lavorare e preparare le altre gare”. 49° l’altro trentino Bruno Debertolis, caduto due volte, con il giovane e promettente Francesco Ferrari a chiudere in 45.a posizione.

Al femminile consueta tattica di gara impeccabile per Britta Johansson Norgren (1:34:39.9), di qualche falcata più veloce di Kateřina Smutna (1:34:40.5) e Kari Vikhagen Gjeitnes (1:34:43.2). La svedese quest’anno punta a vincere tutte le gare Ski Classics: “Lo scorso anno ho avuto qualche problema proprio alla fine, mentre quest’anno sono soddisfatta, per me significa molto. Livigno è bellissima ed il tracciato era perfetto, mi piace competere su differenti lunghezze e questo challenge fa proprio al caso mio”.

Le temperature attorno ai meno 10 gradi e le 25 nazioni presenti hanno reso frizzante la prova Ski Classics, 35 km impeccabili hanno dato il là alla contesa, la quale partiva ed arrivava al Nordic Ski Center livignasco, con i passaggi scenografici in zona Alpe Vago, le erte tecniche ed impegnative in località Teola ed il passaggio nei pressi della casa dell’ex fondista Marianna Longa, argento e bronzo ai Mondiali.

Tra le donne la sfida è stata più dinamica di quanto ci si aspettasse, con la Norgren che sembrava voler prendere il largo fin da subito ma che poi, merito soprattutto delle avversarie, ha dovuto cambiare strategia, controllando e posizionandosi al traguardo con un margine rassicurante.

La svedese si è aggiudicata anche il traguardo sprint con un +0.5 sulla Gjeitnes ed un 1.3 sulla Slind. Dopo 15 km circa la Norgren è ancora in testa al gruppo, con la Smutna a guadagnare posizioni e la Slind ancora terza. Al 20° km la Slind si fa più combattiva tallonando la Norgren, e Gjeitnes in terza posizione. A 10 km dalla conclusione Slind in testa al traguardo climb, con Gjeitnes seconda e Smutna terza, la Norgren segue più attardata, ma nulla fa presagire un colpo di scena che potrebbe stravolgere l’esito di una Sgambeda sotto il controllo di Wonder-Norgren. E così è stato poiché all’arrivo la figura inconfondibile della Norgren si staglia sulle altre ed è lei ad aggiudicarsi la 28.a Sgambeda, ponendo un fondamentale tassello ad un successo Ski Classics che potrebbe rivelarsi più che dominato ben prima della conclusione.

Tra i maschi Anton Karlsson emula le gesta sprint della connazionale, 1.2 sul russo Ermil Vokuev e 3.3 sull’altro svedese Oaskar Kardin. Al 15° km si comincia a fare sul serio con Morten Eide Pedersen per un soffio a condurre la truppa su Tore Bjørseth Berdal e Gjerdalen, ma nessuno vuole esporsi, tutti con una comune strategia, rimanere nel gruppone evitando di strafare e giocandosi tutto nel finale. Così è anche al traguardo climb, con Pedersen a passare il testimone a Simen Østensen e Berdal in terza posizione. Gjerdalen è quarto anche a 10 km dall’arrivo, segno che qualcosa è andato storto, e a conquistare il gradino più alto del podio c’è Nygaard, il quale, rispettando l’altro detto “la calma è la virtù dei forti”, è stato capace di sferrare la zampata finale sedendosi sul “trono di sci stretti” della Sgambeda.

Soddisfatto il presidente di APT Livigno, Luca Moretti, con la sua località da poco insignita del riconoscimento di miglior location invernale d’Italia e terza in Europa: “Direi che è andata benissimo, sole e temperature d’inizio stagione invernale, e soprattutto un bel livello sia di campioni che di amatori. Atleti tutti contenti, il percorso ha favorito anche il ritorno degli amatori e per noi è un ritorno all’origine di Sgambeda, anche grazie al circuito Visma Ski Classics che ci ha aiutati dal punto di vista della qualità. I nostri obiettivi per il futuro sono quelli di cercare di rimanere all’interno di Ski Classics e che “La Sgambeda” rappresenti per gli atleti il culmine di un ‘percorso’ che parte il 15 ottobre con i primi allenamenti”.

Comunque vada, “La Sgambeda” è sempre un successo.

Info: www.lasgambeda.it

 

Download immagini TV:

www.broadcaster.it

 

Classifica maschile

1 Nygaard Andreas NOR Team Santander 1:20:41.2; 2 Skare Thygesen Torgeir NOR Team Oslo Sportslager – Rustad IL 1:20:41.3; 3 Hoelgaard Stian NOR Team Koteng 1:20:41.9; 4 Eide Pedersen Morten NOR Team BN Bank 1:20:42.2; 5 Kardin Oskar SWE Team Santander 1:20:42.4; 6 Byström Fredrik SWE Lager 157 Ski Team 1:20:42.6; 7 Moelmen Hoest Anders NOR Team Serneke 1:20:42.8; 8 Luusua Ari FIN Team Mäenpää 1:20:43.3; 9 Østensen Simen NOR Team BN Bank 1:20:43.4; 10 Vokuev Ermil RUS Russian Marathon Team 1:20:43.6

 

Classifica femminile

1 Johansson Norgren Britta SWE Lager 157 Ski Team 1:34:39.9; 2 Smutná Katerina CZE Bauer Ski Team 1:34:40.5; 3 Vikhagen Gjeitnes Kari NOR Team Santander 1:34:43.2; 4 Øyre Slind Astrid NOR Team Koteng 1:34:46.7; 5 Lindborg Sara SWE Team Serneke 1:34:59.0; 6 Korsgren Lina SWE ÅRE Längdskidklubb 1:35:13.5; 7 Vlasova Anastasiia RUS 1:36:27.8; 8 Kveli Laila NOR Team Tynell 1:37:09.5; 9 Jezersek Barbara AUS Bauer Ski Team 1:38:22.9; 10 Pollari Terhi FIN Team Mäenpää 1:39:11.6

 

 

Share.

About Author

Leave A Reply