200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347
200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347

L’ÉLITE DEL FONDO AL VIA DELLA MARCIALONGA

0

Cinque medaglie olimpiche di cui due del metallo più prezioso, sei medaglie mondiali una delle quali ottenuta proprio in Val di Fiemme nel 2013, vincitore della Coppa del Mondo 2014, 2016 e 2017 e della Coppa del Mondo distance nelle medesime annate, il due volte campione olimpico e mondiale Martin Johnsrud Sundby, nonché uno dei fondisti più celebri al mondo, ha deciso che “staccherà” per un attimo dalla stagione di Coppa del Mondo e parteciperà alla 46.a edizione della Marcialonga di Fiemme e Fassa del 27 gennaio.

Una buona notizia, che si accoda alla presentazione della storica ski-marathon trentina nella giornata di ieri a Milano. Quella di Sundby è una sfida al calendario di Coppa del Mondo che vede molte sprint volte ad esaltare i velocisti, contrariamente alle preferenze per le medio-lunghe distanze del norvegese.

La Marcialonga fa proprio al caso di Martin Johnsrud Sundby il quale – spesso protagonista del Tour de Ski – in terra trentina ha sempre ottenuto buoni risultati. Una scelta per certi versi sorprendente nonostante la popolarità di una delle ski-marathon più amate al mondo, soprattutto dagli scandinavi, e che potrebbe scombinare le carte in materia di favoriti. Ora il connazionale Tord Asle Gjerdalen avrà un avversario in più dal quale guardarsi: «Marcialonga è tutto ciò a cui penso durante l’anno», ha affermato Gjerdalen, vincitore delle edizioni 2015, 2016 e 2017 della Marcialonga, due ori mondiali e due bronzi, uno ciascuno ottenuti proprio in Val di Fiemme.

Una piacevole ‘ossessione’ che accompagna qualsiasi fondista norvegese impegnato sulle lunghe distanze, sia esso un campione o un semplice amatore. Essere stato il re della gara trentina per ben tre edizioni consecutive non basta al fondista con gli occhiali da aviatore, la Marcialonga resta sempre e comunque l’obiettivo principale della stagione per Gjerdalen, ancor di più dopo aver mancato la vittoria nella scorsa. Con lui, ci sarà il compagno di squadra, il veterano Anders Aukland, oro olimpico e mondiale: «Marcialonga è indubbiamente la gara più importante dell’anno, spero che il nostro team possa fare bene». Non mancherà nemmeno Alexandr Legkov, altro campione olimpico. Sundby probabilmente ha fatto i conti con la carta d’identità, e, visti i numerosi velocisti internazionali con i quali dovrà combattere in Coppa, ha optato di tralasciare le volate sprint dedicandosi a qualche nuova iniziativa capace di ravvivare e diversificare la stagione anche al di fuori del calendario di Coppa, confermando tuttavia la partecipazione al Tour de Ski fiemmese: «Non vedo l’ora di mettermi alla prova assieme agli altri fondisti, cambiare fa bene e Marcialonga è uno stimolo unico», ha chiosato il norge al sito Dagbladet.

Info: www.marcialonga.it

Share.

About Author

Leave A Reply