200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347
200-125 300-115 200-105 200-310 640-911 300-075 300-320 300-360 642-998 QV_DEVELOPER_01 400-101 700-501 117-201 70-696 700-505 600-199 400-351 300-207 TE0-141 100-105 300-101 300-206 300-070 70-417 210-260 210-060 200-355 300-208 CISSP 300-135 210-065 300-209 70-243 70-480 CCA-500 2V0-621D 210-451 400-051 E05-001 1Z0-052 70-410 640-916 VMCE_V9 810-403 070-464 070-243 700-802 70-246 FCBA GPHR DEV-401 C2090-610 SY0-401 712-50 ADM-201 700-039 312-50 MA0-101 648-244 SK0-004 ASF 70-494 70-673 500-005 1Z0-060 C9560-503 640-875 N10-006 98-367 70-534 NS0-505 70-342 CHFP 070-410 640-878 1V0-603 1Z0-804 C8010-250 312-50V9 C2150-508 98-368 CLOUDF 70-411 70-461 220-901 70-488 070-341 PK0-003 E20-547 70-412 70-686 500-285 CISM 101-400 102-400 PDM_2002001060 JN0-100 642-883 CAP 070-347

#VERTIGINE RACCONTA L’ARTE DELLO SCI DI FONDO

0

Photo credit: Andrea Macchia

“Ho deciso di raccontare il mio primo amore: lo sci di fondo, Stefania Belmondo e una memorabile gara delle Olimpiadi di Salt Lake City del 2002.”
Marco D’Agostin

#VERTIGINE si presenta a Pragelato sabato 14 luglio come il primo grande appuntamento di Corpo Links Cluster, il progetto triennale transfrontaliero, sviluppato fra Torino e Chambéry e sostenuto dal programma europeo ALCOTRA (Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera), cappello sotto il quale Espace Malraux – Scène Nationale de Chambéry et de la Savoie (capofila), Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale / Torinodanza festivalAssociazione Dislivelli di Torino e Université Savoie Mont Blanc stanno lavorando da un anno per costruire un nuovo modo di valorizzare il territorio attraverso l’innovazione culturale e creare un collegamento tra Italia e Francia attraverso le valli del Moncenisio. Un festival nel festival, una nuova idea di Torinodanza che coinvolge artisti di diverse generazioni per raccontare con la danza e lo spettacolo la montagna, uscendo da schemi e processi usuali per inventare un nuovo modo di coinvolgere la comunità, influenzare e farsi influenzare dall’ambiente in cui si sviluppa. Sarà Marco D’Agostin, arrivato a Pragelato già il 2 luglio per lavorare con i ragazzi del Centro Olimpico del Fondo, a svelare per primo il rapporto particolare e intimo fra danza e territorio, fra gesto artistico e pratica sportiva, sottolineando le costanti di coraggio, passione e determinazione che accomunano atleti e danzatori.
“First Love”, lo spettacolo che nell’ambito di questo progetto e nel calendario ufficiale di Torinodanza D’Agostin presenterà in prima assoluta il 12 e il 14 ottobre alle Fonderie Limone di Moncalieri (TO), nasce proprio da un grande amore, anzi, dal primo amore. Quello del giovane danzatore, innamorato dello sci di fondo e del suo idolo Stefania Belmondo, che finalmente può far dialogare lo sport e la danza.

Si può danzare lo sci?

Può una gara storica diventare uno spettacolo?

Si possono ricordare di una competizione il sentimento e la passione, prima ancora della vittoria?

Uno spettacolo tributo alla più celebre gara della campionessa di sci di fondo, la 15km a tecnica libera delle Olimpiadi di Salt Lake City del 2002. Protagonisti insieme al danzatore i ragazzi del Centro Olimpico del Fondo, affamati di mondo e curiosi di vita. Nella restituzione pubblica della sua ricerca, con la collaborazione straordinaria della stessa Stefania Belmondo e dell’istruttore Tommaso Custodero, Marco svelerà i primi passi del lavoro coreografico che debutterà in ottobre e poi ne parlerà con la stessa Belmondo in un incontro pubblico da non perdere, moderato da Enrico Camanni, scrittore e giornalista esperto di montagna.

Share.

About Author

Leave A Reply