JAQCUELIN BATTE BOE IN VOLATA E REGALA LA PRIMA VITTORIA DI QUESTO MONDIALE ALLA FRANCIA

0
56
16.02.2020, Antholz, Italy (ITA): Emilien Jacquelin (FRA) - IBU World Championships Biathlon, pursuit men, Antholz (ITA). www.nordicfocus.com. © Modica/NordicFocus. Every downloaded picture is fee-liable.

In una Südtirol Arena Alto Adige ancora elettrica dopo l’impresa di Dorothea Wierer, parte un’interessantissima gara a inseguimento maschile. Il biathlon, si sa, è uno sport dove il pronostico non è mai scontato. Ma i Mondiali in scena ad Anterselva, stanno riservando una dose extra di sorpresa in ogni gara. Contro ogni pronostico a chiudere davanti a tutti nella gara ad inseguimento è stato infatti il francese Emilien Jacquelin, che beffa in volata Johannes Boe. Completa il podio il russo Alexander Loginov partito con il pettorale numero 1 dopo la vittoria nella Sprint.

di Nicolò Zeduri

Una gara scritta in partenza, o forse no…

Dopo le sessioni di tiro a terra il copione è sembrato simile a quello della gara sprint, con un Loginov scatenato e a tratti imbattibile. Si chiama subito fuori dalla lotta alle medaglie Fillon Maillet con quattro errori in un solo poligono. Nel momento del primo poligono in piedi, però, le carte iniziano a rimescolarsi dopo l’errore del leader di Coppa del Mondo francese Martin Fourcade. Loginov sembra lanciato verso una facile vittoria con l’ennesimo zero, tallonato a breve distanza dal giovane francese Jacquelin che oggi al poligono sta facendo vedere grande solidità. Boe copre tutti e cinque i bersagli con la sua solita classe in piedi e approfitta dell’errore di Fourcade per andare a caccia dei primi due.


Un finale in volata

All’ultimo poligono succede l’impronosticabile. Loginov sembra avere la seconda vittoria in pugno, ma manca l’ultimo bersaglio mentre dietro di lui trovano lo zero sia Jacquelin che Boe. I due rimangono così appaiati in solitudine a giocarsi il titolo iridato. L’arrivo al traguardo sembra a tratti una gara sprint di sci di fondo. Poi il campione norvegese commette l’errore fatale di far passare davanti il transalpino in attesa della volata finale, ma fa male i conti e non riesce più a trovare lo spazio necessario per tagliare il traguardo per primo. Emilien Jacquelin chiude così la volata con le braccia al cielo e può festeggiare la sua prima vittoria in carriera. Subito dietro, Fourcade non riesce a rientrare su Alexander Loginov, che conquista così la sua seconda medaglia personale in questi mondiali.

Gli azzurri provano solo a contenere i danni

Mai stati della partita, gli italiani oggi chiudono parecchio attardati rispetto alla testa della corsa. Il migliore è Lukas Hofer (1+0+0+3) che dopo una buona gestione delle prime tre sessioni di tiro commette ben tre errori all’ultimo poligono e chiude al 20° posto. Con tre errori anche Thomas Bormolini (1+0+1+2) che chiude 45°, mentre Dominik Windish, in difficoltà a gestire la pressione in queste gare del mondiale casalingo, commette ancora troppi errori (2+1+2+2) e finisce in 51° posizione.

 

 

Photo Credit: Nordic Focus