LA DOBBIACO-CORTINA SUPERA L’ESAME VISMA SKI CLASSICS

0
59

La classica Granfondo che unisce alcuni tra i luoghi più incantevoli delle montagne italiane si prepara a celebrare l’1 e il 2 febbraio la sua 43esima edizione. E lo farà in modo davvero speciale, ospitando in un unico weekend due prove Visma Ski Classics: il classico evento in tecnica classica nel quale gareggiano anche i Pro Team del circuito e una gara in skating del circuito Challengers.

Aria di novità

La Dobbiaco-Cortina 2020 riparte da una certezza: la gara di sabato 1° febbraio è confermata all’interno del circuito Visma Ski Classics, come succede ormai da qualche anno. Ma, nell’edizione numero 43 dell’evento, ci sarà spazio anche per grandi novità. La prova di domenica 2 febbraio è infatti ufficialmente entrata a far parte del circuito Challengers, il circuito parallelo di Visma aperto anche alle prove in skating, che mette in palio preziosi punti per la classifica finale dei circuiti Ski Classics. Come comunicato nei mesi scorsi, entrambe le gare della Granfondo partiranno da Dobbiaco e arriveranno in centro a Cortina d’Ampezzo. Così i partecipanti potranno usufruire delle medesime strutture, modulate per mettere a proprio agio sia i grandi campioni che le centinaia di amatori e appassionati degli sci stretti.

Una sfida in classico ed una in skating, quindi, la prima di 42 km e la seconda di 32 km. Il percorso che unirà Dobbiaco a Cortina sarà un’autentica passerella dei campioni delle lunghe distanze, professionisti pronti a regalare emozioni irripetibili. Sono 30, numero record, quest’anno i team professionistici che hanno iscritto i propri atleti al circuito Visma Ski Classics, con Tord Asle Gjerdalen che ha già fatto sapere di puntare al poker di vittorie in quel di Cortina.

Il sopralluogo Visma

Nei giorni scorsi David Nilsson, il Ceo Visma, ha fatto visita assieme al suo staff al comitato organizzatore. Per la Granfondo presenti il Presidente Herbert Santer, il vice Igor Gombac e alcuni membri in rappresentanza del C.O., Hanspeter Fuchs, Thomas Franchi, Stephanie Santer, Stefano Saltari e il direttore di gara Nathalie Santer. Alla fase iniziale dell’incontro hanno partecipato anche il sindaco di Dobbiaco Guido Bocher e il vice Sindaco di Cortina d’Ampezzo Luigi Alverà, presenti per ribadire una volta di più il sostegno delle due municipalità alla storica manifestazione e alla partnership con Visma Ski Classics.

Nilsson, come in passato, è rimasto estasiato dagli scenari che i fondisti potranno godersi nei primi due giorni di febbraio, sia a Dobbiaco e nella prima parte a salire, con gli scorci delle Tre Cime a farsi imperiosi, sia a Cortina con le Dolomiti a conquistare i nordici. L’arrivo poi in centro a Cortina ha quel tocco suggestivo che lascia il segno.

Le iscrizioni sono aperte da tempo, fino al 30 novembre è in vigore la tariffa ridotta, dal 1° dicembre invece l’iscrizione sarà a prezzo pieno.