Liberi, nel carosello più grande d’Europa

0
199
(Foto: IDM Suedtirol - Manuel Kottersteger)

Stile classico o tecnica libera, binario o pista battuta… entrambe le scuole hanno i loro praticanti, chi preferisce l’uno, chi predilige l’altra. Su una cosa, però tutti i fondisti sono d’accordo: la bellezza dei luoghi, una suggestione immersiva fatta di natura, candore, orizzonti, silenzi e luce che poche altre discipline sportive sanno regalare.

Lo sanno bene in Alto Adige, dove il carosello di sci di fondo Dolomiti NordicSki ha tracciato circa 1000 chilometri di piste, riunendo nove comprensori nel cuore delle Dolomiti, Patrimonio Mondiale UNESCO, in Alto Adige, in Austria (Osttirol), a Cortina e nel Cadore. Il risultato è il carosello del fondo più grande d’Europa.

Aria pura, sano esercizio fisico lontano dalla confusione e panorami montani unici: piste per ogni livello di difficoltà (dai principianti ai campioni, ognuno ha ben più di un tracciato su cui cimentarsi) che attraversano boschi, sfiorano masi, oltrepassano pendii, lambiscono villaggi. Spesso sfruttando le vecchie linee ferroviarie dismesse, con le vecchie gallerie a rendere tutto ancora più stimolante.

(Foto: IDM Suedtirol – Manuel Kottersteger)

Le fantastiche cinque

Nel cuore del carosello, le piste dei comprensori di sci di fondo come Valle Anterselva, Val Casies, 3 Cime Dolomiti, Valle Aurina e Alpe di Siusi-Val Gardena regalano emozioni uniche, con l’inizio dei percorsi solitamente a pochi minuti da alberghi e alloggi.

La Valle Anterselva, con i suoi 60 km, offre attraenti piste da fondo come, ad esempio, il percorso per il Lago di Anterselva, e panorami spettacolari come quello sulle Vedrette di Ries. La valle è celebre per le competizioni internazionali di biathlon, che si tengono nel Centro Biathlon Südtirol Arena.

I 42 km di sentieri soleggiati dell’ampia Val Casies conducono attraverso masi e boschi, con baite rustiche che aspettano i buongustai proprio lungo i tracciati.

I punti salienti dei 200 km nella regione delle 3 Cime Dolomiti sono la Val Fiscalina e la pista d’alta quota di Prato Piazza a 2.000 m sul livello del mare, apprezzata dai professionisti dello sci di fondo come percorso di allenamento.

(Foto: IDM Suedtirol – Harald Wisthaler)

Chi cerca pace e tranquillità è nel posto giusto in Valle Aurina. Lungo i 50 km di piste innevate, principianti ed esperti possono esplorare il più bel “vicolo cieco” dell’Alto Adige, davanti al maestoso scenario di ottanta tremila.

Il panorama nel comprensorio Alpe di Siusi-Val Gardena è spettacolare. L’Alpe di Siusi è l’ideale per lunghi allenamenti in alta quota: 80 km di percorsi tra i 1.800 e i 2.200 m di altitudine, con la vista sui massicci dolomitici di Sciliar, Sassolungo e Sassopiatto. La Val Gardena offre 30 km di piste da fondo preparate e di tutti i livelli di difficoltà.

(Foto: IDM Suedtirol – Manuel Kottersteger)