NEL FINE SETTIMANA A CORTINA SI TERRANNO LE FINALI DEL GRAND PRIX LATTEBUSCHE CON MILLE UNDER 12 IN GARA

0
106

Sulle piste ampezzane l’ultimo atto della 41esima edizione del circuito per Baby e Cuccioli dello sci di fondo e dello sci alpino, proposto dal comitato regionale veneto della Federazione italiana sport invernali.

Sabato 9 e domenica 10 marzo si svolgerà a Cortina la finale della 41esima edizione del Grand Prix Lattebusche, l’evento dello sci alpino e dello sci di fondo dedicato alle categorie Baby (Under 10) e Cuccioli (under 12). La manifestazione, curata dallo Sci club Cortina, vedrà svolgersi le gare dello sci di fondo sulla pista di Passo Tre Croci nelle due giornate i giovanissimi atleti impegnati saranno oltre mille atleti-gara.

La giornata del sabato vedrà i giovani fondisti impegnati in una prova individuale in tecnica classica con partenza fissata per le 14.00. Domenica invece si terrà la gara ad inseguimento, sempre in tecnica classica, in questo caso il via alle sarà alle 10.00. Nel pomeriggio, a partire dalle 14.30, la tradizionale sfilata dei club lungo Corso Italia e le premiazioni che si svolgeranno alla Conchiglia.

«Eccoci qui con la finale di un circuito che portiamo avanti, insieme ad un’azienda per noi fondamentale come Lattebusche, da oltre quarant’anni – dice Roberto Bortoluzzi, presidente del comitato regionale Fisi. – Si tratta di un momento importante che viviamo con grandissima soddisfazione e con legittimo orgoglio: non sono tante le manifestazioni che possono vantare una storia lunga come la nostra. Mi piace sottolineare, in questa occasione, come alla premiazioni ci sarà un momento dedicato a colui che ha ideato tutto questo, vale a dire Ivano Giop: grazie alla sensibilità della sua famiglia, prima delle premiazioni verranno sorteggiate due borse di studio, una per lo sci alpino e una per lo sci di fondo».

«Con grande entusiasmo ci siamo messi a disposizione del comitato regionale per questo evento che rappresenta un ulteriore avvicinamento alla rassegna iridata che ci attende tra un paio di stagioni. –  dice Igor Ghedina, presidente dello Sci club Cortina – In queste ore stiamo mettendo a punto ogni dettaglio perché la due giorni in Ampezzo possa essere un momento nel quale i ragazzi gareggino ma, al contempo, possano vivere un’esperienza gioiosa, da ricordare». 

www.fisiveneto.com