NORTHUG E BJOERGEN DOMINANO LA SPRINT TC AI MONDIALI DI FALUN. PELLEGRINO QUINTO

0
84
Federico Pellegrino, 5° nella sprint tc (NordicFocus)

Ha sognato e ci ha fatto sognare. Federico Pellegrino chiude la sprint a tecnica classica dei Mondiali di Falun al quinto posto: domina il norvegese Petter Northug davanti al canadese Alex Harvey e al secondo norvegese Ola Vigen Hatterstad. L’azzurro di Aosta ha provato il tutto per tutto nella penultima salita, mettendosi in testa a dettare il ritmo: supportato da sci molto scorrevoli, ha approcciato in testa l’ultima rampa (affiancato da Northug), ha condotto bene la discesa, ma ha pagato dazio nel lungo rettilineo finale dovendosi così accontentare del quinto posto. “Ci ho creduto tanto, ci ho provato ed è andata bene fino a pochi metri dalla fine. Sarò ancora più forte la prossima volta, affronterò la gara a squadre con maggiore voglia. Sono convinto di aver studiato bene la tattica, ho calcolato in dettaglio cosa dovevo fare, ma ho ancora tanto da imparare col passo spinta. Non ho nessun rammarico, il quinto posto va bene”. Si è conclusa ai quarti di finali l’avventura di Maicol Rastelli che sostiene che “la tattica è stata giusta, peccato che non sia riuscito a rimanere attaccato ai primi: sul traguardo ho recuperato ma non è stato sufficiente”.

Marit Bjoergen: è suo il primo oro di Falun 2015 (NordicFocus)
Marit Bjoergen: è suo il primo oro di Falun 2015 (NordicFocus)

Con il successo di Marit Bjoergen (prima atleta nella storia capace di vincere tre titoli mondiali consecutivi nella stessa specialità) nella prova femminile, si completa la doppietta norvegese: con questa affermazione, la 34enne di Trondheim si mette al collo la 30esima medaglia tra Olimpiadi e Mondiali. Nulla da fare per la svedese Stina Nillson, argento, e per la seconda norvegese (erano in quattro in finale) Maiken Caspersen Falla, bronzo: sull’ultima asperità del circuito, la Bjoergen le ha messe in riga accumulando un vantaggio rassicurante per la corsa all’oro. Fuori dal podio la polacca Kowalczyk (prima delle qualificazioni) mentre l’azzurra Francesca Baudin, autrice di una buona batteria, si è fermata ai quarti di finali (è stata la prima delle escluse dalla semifinale ma per alcuni istanti aveva sperato nel passaggio del turno in seguito alla squalifica della svedese Falk). “Sono contenta: oggi ho lottato e sono migliorata – ha spiegato l’unica azzurra qualificatasi per la fase finale della sprint -. È stata una bella esperienza. In salita ho provato a stare dietro alle nordiche, sapevo avrebbero attaccato allo scollinamento, ma purtroppo arrivavo cotta in cima alla salita. Avrò comunque altre gare in cui cercherò di migliorare ulteriormente”.

 

 

SPRINT TECNICA CLASSICA

UOMINI

1 NORTHUG Petter Jr. NOR 3:02.35
2 HARVEY Alex CAN +0.05
3 HATTESTAD Ola Vigen NOR +0.35
4 KRIUKOV Nikita RUS +0.38
5 PELLEGRINO Federico ITA +0.67
6 NORTHUG Tomas NOR 17.28

15 RASTELLI Maicol ITA 3:06.37

 

DONNE

1 BJOERGEN Marit NOR 3:26.63
2 NILSSON Stina SWE +0.42
3 FALLA Maiken Caspersen NOR +0.99
4 KOWALCZYK Justyna POL +1.43
5 GJEITNES Kari Vikhagen NOR +6.10
6 OESTBERG Ingvild Flugstad NOR +10.47

15 BAUDIN Francesca ITA 3:31.76
33 VUERICH Gaia ITA 3:38.70
37 LAURENT Greta ITA 3:39.95