Plan de Corones: il fondo nella sua dimensione più vera

0
448

Chi lo pratica conosce bene gli aspetti più intimi dello sci di fondo, quelli che non si limitano al mero aspetto atletico, che non guardano il tempo del cronometro, ma solo quello del meteo: il fondo è uno sport che va oltre, un modo immediato e semplice per regalarsi momenti di grande profondità, spesso rapiti da ambienti immacolati di enorme suggestione. Emozioni vere. Sensazioni uniche.

Tutto a portata di bastoncino se si scelgono le piste che la Regione Turistica Plan de Corones offre in uno scenario dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Boschi e silenzi

Nella Valle di Marebbe, all’interno del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies, si snoda la pista da fondo San Vigilio Pederü. Lunga 23 km, inizia in paese per poi attraversare boschi e distese erbose, ricoperti da uno spesso manto bianco, luoghi magnifici, dove la natura regna sovrana. Nella pace incontaminata di questi scenari, il silenzio è accompagnato solo dallo scorrere degli sci sulla neve e dai suoni che la natura stessa produce. Il tracciato attraversa tutta la Val de Mareo e arriva fino al Rifugio Pederü, dando comunque la possibilità di rientrare al punto di partenza con diversi anelli di varia lunghezza. La pista è preparata sia per lo stile classico che per lo skating. Per chi volesse apprendere o migliorare la tecnica, due scuole di sci propongono lezioni private e corsi collettivi.

(Foto: Harald Wisthaler – www.wisthaler.com).

Orizzonti e luce

Nel Parco Naturale Puez Odle, si trova invece la pista da fondo al Passo delle Erbe, a oltre 2.000 metri di altezza, ai piedi del massiccio Pütia. Il panorama che da qui si apre sulle Dolomiti è uno spettacolo da non perdere, sia indossando gli sci che intraprendendo rilassanti passeggiate invernali. Lungo la pista, sono numerosi i punti di ristoro, perfetti per una pausa rigenerante accompagnata da una gustosa cioccolata calda o dai deliziosi piatti della cucina alpina altoatesina. Entrambe le piste consentono di praticare sci di fondo in modo pratico e sicuro e di noleggiare comodamente l’attrezzatura.

E se non ti basta…

Per vivere altri momenti preziosi, alla scoperta della natura, da soli o in compagnia della famiglia e degli amici, è possibile partecipare anche ad altre attività, come le divertenti ciaspolate al Monte Muro, in zona San Vigilio, un’escursione facile e sicura che porta a una vetta con una vista favolosa. Oppure una slittata sulla pista da slittino Brunst di 6 km, di difficoltà media che è sempre perfettamente preparata. Si parte a piedi al parcheggio Lipper a Valdaora di Sopra in direzione malga Brunst. La malga non è gestita durante la stagione invernale, bisogna portarsi un pranzo al sacco. Gli slittini possono essere noleggiati presso il noleggio Sport Sagmeister e rent and go.