POLARTEC E NATIONAL GEOGRAPHIC INSIEME A FAVORE DELLA RICERCA SULLE MATERIE PLASTICHE

0
54
WASHINGTON, DC - FEBRUARY 26: Susan Goldberg, Halsey Cook, Jacob Duer and Jim Fish participate in the "Leading Disruption" panel during the "The Circular Economy" forum at the National Geographic Museum on February 26, 2020 in Washington, DC. (Photo by Paul Morigi/Getty Images for National Geographic)
“The Circular Economy” forum al National Geographic Museum di Washington DC. Photo: Paul Morigi/Getty Images

Milliken & Company, manifattura tessile che ha acquisito Polartec nel 2019, ha annunciato la collaborazione con National Geographic per «lanciare una collaborazione e dare ispirazione all’innovazione per la sostenibilità e il futuro di un’economia circolare».

L’occasione per annunciare la nuova collaborazione è stato il recente Forum di National Geographic sull’economia circolare, andato in scena a febbraio nella sede di Washington DC, al quale erano presenti 400 persone, e altre 500 si sono collegate tramite live streaming.

Polartec e l’ambiente

Polartec vanta una storia lunga 154 anni nel campo della protezione dell’ambiente e continua a impegnarsi nella protezione e tutela del pianeta in favore delle generazioni future. Inoltre, il brand è il primo inventore di un tessuto di pile realizzato a partire da bottiglie di plastica riciclate. Un innovazione che ha permesso finora di riallocare  1,5 miliardi di bottiglie di plastica monouso destinate altrimenti allo smaltimento in discarica. Un numero in continua crescita. A questo si aggiunge il fatto che il 95% degli avanzi e dei ritagli sono convertiti e spesso trasformati in mobili, materiali isolanti e addirittura ferri.

Steve Layton, presidente di Polartec, ha voluto commentare la nascita di questa partnership prestigiosa: «Diamo il nostro pieno sostegno a Milliken nella sua decisione di allinearsi con National Geographic, e siamo fieri che il nostro nome sia abbinato a questa impresa. Il dipartimento sviluppo e ricerca di Polartec continua a incentrare la sua azione sulla sostenibilità e sul continuo sviluppo di soluzioni circolari per la plastica. Ci impegniamo a prenderci cura dell’ambiente, a cui siamo tanto legati, tramite innovazioni che offrano tessuti performanti».