PUSTERTALER: LA MOUNTAIN CHALLENGE E’ UN SUCCESSONE.

0
109
Newspower.it Trento www.newspower.it

Da Villabassa (BZ) fino ai 2000 metri di Prato Piazza: la Mountain challenge della 46° Pustertaler è una gara per veri duri.

Una partenza con un atmosfera speciale: il paesaggio sud-tirolese e la temperatura invernale dell’Alta Pusteria hanno fatto da contorno alla gara di oggi. Per primi scattano gli atleti del circuito Visma Ski Classics, con 32 km da affrontare in double poling, poi quelli della Open dove spiccano il campione russo Sergey Ustjugov e Petr Sedov. 

Arrivo a Prato Piazza sotto alle cime dolomitiche che hanno esaltato sia gli atleti élite sia gli amatori, con la vittoria in solitaria dello svedese Johannes Eklöf su Stian HoelgaardTord Asle Gjerdalen. Dominio svedese anche al femminile con Ida Dahl, davanti ad Astrid Oyre Slind ed Emilie Fleten. Bissa il successo nella gara Open il russo Sergey Ustiugov, tra le donne prima Anna Seebacher.

Gli atleti Ski Classics sono stati messi a dura prova nella parte finale con l’ascesa che culminava a Prato Piazza, dove cinque atleti si sono staccati dal gruppo con Gjerdalen, Hoelgaard, Novak, Shemiakin ed Eklöf. L’azione decisiva è stata quella di Eklöf a 3.4 km dalla fine con un forcing che lo ha portato a vincere. A pochi secondi terminavano Hoelgaard e Gjerdalen. Novak, il vincitore della Pustertaler di ieri, si piazza quinto dietro il russo Shemiakin. Il vincitore afferma: –La gara è stata molto divertente, mi si addice davvero ed è molto bello quando puoi spingere all’inizio, pur sapendo che dovrai risparmiare molte energie per la salita.-

Dopo circa mezz’ora terminava anche la gara femminile, con una selezione incredibile da parte di Dahl, Oyre Slind e Fleten, mentre faticava a reggere il loro ritmo la Johansson, in quarta posizione. Le atlete si sono studiate durante l’ultimo tratto di gara: alla fine a spuntarla è Dahl su Oyre Slind, terza Fleten seguita da Johansson.

Non c’è stato nulla da fare per gli avversari di Ustjugov impegnati nella gara Open, il quale dopo la vittoria di ieri saliva di nuovo oggi sul gradino più alto del podio. Il russo, in compagnia del connazionale Sedov, ha mantenuto sin dalle prime fasi della gara un ritmo molto elevato fino a Dobbiaco, affrontando insieme l’ultima salita. Ustiugov e Sedov sono i primi a farsi notare al traguardo, quindi ad aggiudicarsi il terzo posto Escher, mentre portano a casa un buon quarto e quinto posto Klettenhammer e Tanel del Team Robinson. Soddisfatto della prestazione Klettenhammer:La gara è andata bene, eravamo un bel gruppo con Tanel, Cappello ed Escher. I due russi poi sono scattati, altro pianeta il loro. Noi quattro abbiamo fatto una bella squadra, quando è iniziata la salita ognuno faceva il proprio ritmo e ci siamo arrivati così. Gli ultimi due/tre km ho avuto dei crampi incredibili! Ma è stata una gara davvero bella. Conosco bene questo posto perché ogni tanto mi ci alleno, vista l’altitudine. Un format molto interessante, mi è piaciuto molto, la pista era molto bella.-

Per le donne successo nella Open dell’austriaca Anna Seebacher sulla tedesca Sigrid Mutscheller e Julia Kuen del Team Futura Trentino Alta Quota.

Gerti Taschler del Comitato OK Sport Dobbiaco è soddisfatto di questi due giorni intensi di duro lavoro: “Voglio ringraziare i tanti volontari, circa 250, presenti tra ieri e oggi, siamo tutti davvero contenti. Inoltre ringrazio tutti i nostri sponsor, associazioni, la Provincia di Bolzano per il sostegno, volontari, Croce Bianca e forze dell’ordine. Abbiamo unito professionisti ed amatori, non è stato facile, ma la Pustertaler è stata un successo. Speriamo di vederci l’anno prossimo!”.