TEAM SPRINT DI FALUN: LE DICHIARAZIONI DEGLI AZZURRI

0
80

COSA PENSANO GLI AZZURRI, ALLA VIGILIA DELLA TEAM SPRINT DEI MONDIALI DI FALUN?

Le dichiarazioni degli azzurri che prenderanno parte domenica alla Team Sprint a tecnica libera dei Mondiali di Falun (semifinale alle ore 12.30, finale alle ore 14.30).

Federico Pellegrino: “L’obiettivo è quello di far rendere al melgio questo sprint finale che in classico mi penalizzava ma che nel pattinato mi regala molte chances. IN questa gara la smeifinale è già insidiosa perchè passano soltanto le prime due e le altre vengono ripescate, quindi siamo concentrati per questo primo obiettivo. Siamo consapevoli dell’importanza di questo appuntamento, siamo convinti a fare bene. L’affiatamento in una team sprint è importante, sono tanti anni che corriamo insieme, facciamo parte entrambi delle Fiamme Oro e sappiamo bene come aiutarci a vicenda”.

Dietmar Noeckler: “Per noi è una gara molto importante, non ci nascondiamo, l’obiettivo è andare a medaglia ma le squadre che possono salire sul podio sono tante, prima su tutte la Norvegia che avrà Petter Northug in chiusura. Il mio obiettivo è rimanere coi primi e consegnare a Pellegrino una bella posizione, sappiamo che lui sul rettilineo è fortissimo”.

Ilaria Debertolis: “La pista è sicuramente dura, però sono contenta di cominciare dopo quasi una settimana che siamo qui. Spero sia un bell’inizio, punto tanto su questo formato dove mi trovo benissimo, daremo sicuramente il massimo, speriamo di ottenere anche un bel risultato. Quest’anno le norvegesi partiranno favorite come sempre, però la Svezia corre in casa e sicuramente proverà a fare il colpo. Due anni fa in Val di Fiemme arrivammo quinte, sarebbe bello migliorare quel piazzamento”.

Gaia Vuerich: “Per quanto mi riguarda fare peggio della sprint di giovedì penso sia difficile, in quella gara era più facile che non qualificarsi. Guardiamo avanti, possiamo fare un bel risultato ma occorrerà partire forte sin dalle qualifiche per non correre rischi”.