Un week-end targato Sportful per iniziare la nuova stagione

0
506

Un week-end per chiudere la stagione estiva e iniziare a pensare a quella invernale. Dagli skiroll agli sci stretti, dall’asfalto al binario bianco. Sui tornanti del Croce d’Aune si è celebrato, lo scorso fine settimana, il tradizionale rito di passaggio per i campioni dello sci nordico tra la fine dell’estate e l’inizio della rifinitura della preparazione per la Coppa del Mondo.

Teatro della transizione, il classico appuntamento di inizio ottobre con il Gran Prix Sportful, giunto quest’anno alla 43sima edizione. Dopo l’“antipasto” di sabato 1 ottobre (con le batterie sui 3.000 m e l’omaggio della Medaglia d’Argento olimpica da parte di Federico Pellegrino a Manifattura Valcismon Spa), domenica 2 ottobre si è avuta la mass start sugli skiroll in tecnica libera in salita, da Pedavena fino al Passo di Croce d’Aune.

La prova 2022 intitolata a Sportful – brand parte di Manifattura Valcismon Spa – e organizzata da Sci Nordico Sportful, Polisportiva Sovramonte ed Enal Sport Villaga non ha visto cambiamenti sul gradino più alto del podio, con Irenu Esteve Altimiras e Francesca Franchi che hanno replicato il successo dello scorso anno.

Questi i podi

L’andorrano ha dominato la prova maschile in salita ed è giunto in solitaria sul traguardo in 31’26’’, arrivando così a quattro vittorie consecutive nella manifestazione feltrina. Seconda piazza e primo posto nella classifica generale di Coppa Italia per il carabiniere Lorenzo Romano (32’08’’6) davanti a Simone Daprà (32’13’’5), che è riuscito a tenersi alle spalle l’olimpionico Federico Pellegrino (32’16’’3), quarto. Da sottolineare la prestazione di Martino Carollo, 2003 di Cuneo e cresciuto nello sci club Entracque Alpi Marittime, oggi tesserato da aggregato per le Fiamme Oro, che ha chiuso al quinto posto.

Nella gara femminile, la finanziera Francesca Franchi ha concesso il bis, concludendo la sua prova in 38’07’’1. Al secondo posto la giovane Maria Gismondi delle Fiamme Oro, vincitrice dell’individuale di Coppa del Mondo di Amatrice (Rieti). La romana di Subiaco ha tagliato il traguardo in 38’12’’4, precedendo Maddalena Somà (32’14’’1), che ha dato una grande soddisfazione alla sua nuova squadra, l’Under Up Ski Team Bergamo.

Piccoli campioni crescono

Per quanto riguarda le categorie giovanili che hanno aperto il 43° Grand Prix Sportul, tra gli Allievi la vittoria è andata a Edoardo Trombetta (Ski College Veneto Falcade; 11’38’’), mentre al femminile si è imposta Vanessa Cagnati (Val Biois; 14’10’’3). Tra i Ragazzi, successo per Oscar Axel Gianola (Nordik Ski Valsassina; 15’12’’), con Aurora Invernizzi (Nordik Ski Valsassina; 15’51’’9) che dominato la prova femminile. Marco Combi (Primaluna; 5’23’’5) ha dominato gara tra i Cuccioli, con Maddalena Pavan (Montebelluna; 5’05’’6) che è salita sul gradino alto del podio della gara femminile. Tra i Baby, primo posto per Mattia Combi (Primaluna; 5’34’’2) e Moira Pante (Sovramonte; 6’42’’1).